Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Progetto autismo è un contenitore di informazioni utili per l'autismo.
Informazioni, materiale educativo e didattico.
Facciamo presente che non siamo un'associazione, né, purtroppo, possiamo fornire lavoro.
Ma certamente troverete qui notizie verificate e certe e tanti spunti per i nostri figli. Dio vi benedica.

Last news in slide

In che cosa i decreti migliorano la #104?

In che cosa i decreti migliorano la #104?

Il Ministro Fedeli: “(I decreti attuativi) Sono la parte più innovativa della legge (la cosiddetta Buona Scuola)”Valeria Fedeli tace: non ha saputo rispondere alla domanda addotta qui sopra a mo’ di...

Scuola e sostegno: il decreto che vogliamo!

Scuola e sostegno: il decreto che vogliamo!

Sottoscrivi anche tu gli emendamenti proposti allo Schema di decreto della legge 107/2015 "Buona Scuola" recante norme per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità...

I diritti sono incomprimibili. Le ambiguità e le contraddizioni del decreto 378 sull'Inclusione

I diritti sono incomprimibili. Le ambiguità e le contraddizioni del decreto 378 sull'Inclusione

Protagonista della prima parte della puntata di oggi d’InFatti il tema dell’insegnamento di sostegno e del P.E.I. (Piano Individualizzato Educativo), previsto dalla legge n....

L’inclusione passa per la #famiglia

L’inclusione passa per la #famiglia

Con il nuovo decreto 378, ora in fase di dibattito parlamentare per 60 gg., ci sono novità talmente significative e gravi per la famiglia del disabile, tanto che questa sembra scomparire. Si...

“Inclusione veicolare”: ovvero come discriminare i vostri figli #disabili

“Inclusione veicolare”: ovvero come discriminare i vostri figli #disabili

Il nuovo decreto in discussione in parlamento che porta il numero 378 è l’epilogo della parabola discendente e statalista della scuola. Pagano i disabilidi Paul Freeman

In Evidenza

Importanza della certificazione ABA

 mani-colorate
clicca qui per leggere l'articolo

Comunicato n. 204
 27 Ottobre 2011

 
Comunicato stampa


Linee guida sull’autismo, Sottosegretario Martini: "L'Istituto Superiore di Sanità ha emanato le prime linee guida nazionali in Italia sull'autismo, ora si avvii un percorso rinnovato di appropriatezza nelle cure e vicinanza alle famiglie in tutto il Paese"



In merito all’emanazione da parte dell’Istituto Superiore di Sanità delle prime linee guida nazionali sull’autismo nel nostro Paese, il Sottosegretario alla salute Francesca Martini ha dichiarato:

Logo-Sanità"Dall’inizio del mio mandato mi sono impegnata fortemente  per la messa in atto di un confronto scientifico ai più alti livelli che permettesse al nostro Paese di dotarsi di linee guida nazionali per il trattamento dei disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti e oggi provo grande soddisfazione nel  testimoniare che attraverso il lavoro sviluppato dall’istituto Superiore di Sanità in collaborazione con le migliori esperienze territoriali questo è stato possibile.

E’ necessario, come ho in più occasioni affermato, rispondere alla variabilità soggettiva della patologia sulla base di una solida valutazione scientifica dei più avanzati protocolli attuati in Italia ed all’estero, anche alla luce di una rigorosa valutazione del follow up dei pazienti, offrendo risposte alle giuste preoccupazioni dei familiari. Una patologia come l'autismo è ancora considerata di difficile definizione nella sua eziopatogenesi e spesso presenta alta complessità assistenziale. Per questo queste importantissime linee guida nazionali debbono rappresentare un punto di partenza e non certo un punto d’arrivo.   Il disturbo autistico presenta un quadro molto diversificato che si modifica, come per tutti i bambini, nel corso dello sviluppo e per questo  l’individuazione e l’adozione delle modalità di intervento devono essere sottoposte a costanti verifiche.  Grazie ad un gruppo di lavoro in grado di monitorare le esperienze territoriali a livello nazionale in termini di risultati scientificamente accertati, si è giunti oggi alla stesura di linee guida nazionali ampiamente condivise che necessitano di una adozione omogenea in termini qualitativi da parte delle regioni che ne hanno la competenza istituzionale, sia sul piano gestionale che organizzativo. Un percorso che deve  essere necessariamente aperto al progresso scientifico e ai risultati della ricerca a livello mondiale. Siamo pertanto  ora in grado di definire un percorso di diagnosi, terapia e cura in termini di appropriatezza. Colgo quindi l'occasione per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito costantemente per ottenere questo risultato ed esprimo la mia personale vicinanza a tutti i pazienti e le loro famiglie, garantendo l’impegno mio personale e del Ministero che rappresento a procedere su questa strada.”.

© - http://www.salute.gov.it - 27 ottobre '11

qui le Linee Guida