Ultime notizie


puzzle loghino aperto

Alla c.a dei Direttori Generali

dei Dirigenti scolastici

dei Docenti

delle Famiglie

COMUNICATO CONGIUNTO

PROGETTOAUTISMO.IT 

PUZZLE, COMPETENZE PER LE PERSONE CON DISABILITÀ PROVINCIA DI PESARO-URBINO

«Facilitare la Redazione congiunta del documento PEI senza trasformarlo in "modulo"»


Preso atto in data 20 ottobre 2023 della Nota 4316 che titola “Redazione dei PEI: apertura funzioni nella Partizione separata dell’Anagrafe nazionale studenti”,
manifestiamo serie preoccupazioni per i seguenti motivi:
  • Premesso che l’informatizzazione quando non depaupera la Persona e il Bene Comune è mezzo auspicabile
  • Premesso che l’art. 54 della Costituzione che riguarda tutti i cittadini e specie i Pubblici Ufficiali ha in sé il rispetto anzitutto della norma primaria e dei suoi fondamenti prima dell’osservanza di Note e Circolari
Si elencano le seguenti criticità:

1 – L’accelerazione dell’uso e compilazione del PEI su piattaforma SIDI senza necessario feedback di sperimentazione, viste anche alcune esperienze simili, trasformerà il “Nuovo Modello di PEI” in “Nuovo Modulo di PEI”; con tutte le conseguenze nefaste e depauperanti il GLO e la sartorialità del documento. Il documento invece di essere un Facilitatore alla luce della Base ICF diventerà una Barriera che non aiuterà né l’alunno e l’alunna con disabilità né il buon lavoro del GLO.

2 – Tale trasformazione, infatti, minerà seriamente la “redazione congiunta” del documento come previsto dal DPR del ’94 e che è il fondamento della retta Ratio della modalità di lavoro del GLO con una preparazione previa, congiunta e concorde di una traccia e la approvazione ufficiale in sede di Convocazione PEI.

3 – Le bad-practice presenti nel territorio nazionale che escludono in parte o totalmente la famiglia nella co-redazione del documento, chiedendo spesso ai genitori di compilare “solo la loro parte” oppure chiedendone in modi distorti e distorcenti la “sola firma”, si moltiplicheranno.

4 – La Scuola che non è “proprietaria” del documento PEI e che ospita, per Alleanza Educativa, nel rispetto dell’art. 30 e 34 della Costituzione, la proto-istituzione famigliare ponendo le basi per un Gruppo Eterogeneo di Lavoro (GLO che, appunto, non è Gruppo Collegiale), con tale informatizzazione si approprierà indebitamente di un Documento che indubbiamente Le serve ma che in realtà non Le appartiene. Un documento che è chiamata a tutelare nel rispetto della Persona con disabilità e del Gruppo Eterogeneo di Lavoro ma di cui, in realtà, non si può appropriare per motivi strettamente burocratici.

Rese presenti queste gravi criticità proponiamo anche l’unica soluzione che ci sembra possibile:
  • Si informatizzi nel rispetto della norma sulla Privacy, della Persona con disabilità e di chi detiene la Responsabilità Genitoriale tutto quanto è possibile ma si lasci la redazione congiunta del documento come previa preparazione e poi approvazione in sede di convocazione al di fuori di tale processo permettendo successivamente il caricamento del Documento PEI, sartorialmente redatto dal GLO come Modello, in formato PDF nella piattaforma interessata. In tal modo le aree guida del Documento saranno un facilitatore reale per l’alunno e l’alunna con disabilità.
Si augura buon prosieguo di lavoro

Puzzle, Competenze per le Persone con disabilità nella Provincia di Pesaro-Urbino

Progettoautismo.it


logo PA definitivoSi veda anche

NOTA 4316 - QUELLA MANIA DI MODULISTICA CHE INFESTA IL MIUR E AVVELENA LA REDAZIONE CONGIUNTA DEL PEI



Abbiamo 22 visitatori e nessun utente online

Visite agli articoli
1698159