Ultime notizie
Sostegno ScuolaPillole per quest'anno..
Da un post della Prof. ssa Evelina Chiocca lievemente integrato

A proposito del Decreto legislativo 66/2017..
È noto a molti che il decreto n° 66 del 2017, così come riformato dal D.lgs. 96/19, è entrato in vigore il 12 settembre 2019.

Tuttavia non tutto il provvedimento è applicabile, in quanto mancano alcune norme.

Vediamo alcuni dettagli:
Applicabilità di quanto previsto dall'art. 7 (il PEI): a quali anno deve essere applicato?

La risposta la dà l'art. 19 comma 7-bis del decreto legislativo 66/17.
Questo comma infatti prevede che "per garantire la graduale attuazione delle disposizioni di cui al presente decreto, le disposizioni di cui all'articolo 5, commi da 1 a 5, all'articolo 6, all'articolo 7 e all'articolo 10 si applicano al passaggio di grado di istruzione".

Inoltre… il PEI
Che cosa poter applicare del PEI, considerata anche la Nota 2044 (Oggetto: sentenza n. 9795/2021 del 14/09/2021, TAR Lazio)?

La materia è alquanto confusa o forse fin troppo chiara.
L'art. 7, comma 2, contempla che, come descritto nel comma 2, il PEI sia predisposto sulla base della "Certificazione di disabilità" e del "Profilo di Funzionamento", documenti che, come è noto, non sono ancora stati adottati a livello nazionale da parte del ministero competente.

Il PEI deve essere redatto?
- Certamente! la questione proprio non si pone


Quando deve essere pronto il PEI?
- Per motivazioni attinenti anche alla didattica, il PEI deve essere predisposto entro il 31 ottobre. L’urgenza del Decreto 182 dichiarato illegittimo dal TAR non è decaduta perché precedente a questo decreto (vd all’art. 7, comma 2, lettera g) del citato D.Lgs. 66/2017).


Chi redige il PEI?
- Possiamo chiamarlo GLO, senza alcun dubbio (riprendendo la sigla GLHO utilizzata dalle Linee guida ministeriali del 2009, omettendo la "H", considerate anche le indicazioni dell'OMS, da un lato, e la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, dall'altra).

Il GLO è costituito dai soggetti indicati e a tutti noti, che non possono mancare:

    • tutti i docenti della classe,
    • i genitori dell'alunno con disabilità,
    • gli specialisti ASL,
    • eventuali riabilitatori o professionisti di cui si avvale la famiglia,
    • l'assistente all'autonomia e/o alla comunicazione.


Quale curricolo si indica?

- Il PEI personalizzato o semplificato per la scuola Primaria e per la secondaria di primo grado.
- Il PEI semplificato oppure il PEI differenziato nella secondaria di secondo grado.

Che cosa deve essere indicato nel PEI?
- Deve essere riportato quanto segue:
a) il profilo iniziale (le capacità possedute dall'alunno)
b) le influenze dei fattori contestuali (comprese le interazioni con i compagni, con gli adulti, ecc.)
c) la definizione del curricolo
d) la definizione degli obiettivi educativi (trasversali e compresenti agli obiettivi di apprendimento)
e) la definizione degli obiettivi di apprendimento per ciascuna disciplina (o relativo tempo-scuola)
f) l'organizzazione: orario, progetti, ecc.
g) la definizione delle risorse, in quantità e qualità, per il prossimo anno scolastico.

Abbiamo 18 visitatori e nessun utente online

Visite agli articoli
1380400